Get Adobe Flash player

18 giugno 2016 inaugura IL CAPPELLO accessorio necessario

ValentinaDegl'InnocentiSabato 18 giugno 2016 alle ore 17,00 a Pratovecchio Stia (AR) presso il Museo dell’Arte della Lana – Lanificio di Stia inaugura la mostra IL CAPPELLO accessorio/necessario

A distanza di cinque anni dalla più recente edizione della mostra itinerante Accessorio/Necessario ecco che gli sforzi congiunti del dipartimento tessile della Reale Accademia di Anversa e dell’Associazione Coordinamento Tessitori rinnovano la sfida d’interpretare un oggetto emblematico del nostro vestire.

Forse meno ‘necessario’ di un tempo, il cappello si presta comunque a mille interpretazioni ed i cinquantadue lavori in mostra lo testimoniano ampiamente.
Una giuria convocata attraverso una presentazione predisposta sul web ha selezionato ventisette lavori da una rosa di cinquanta proposte. Ulteriori dieci sono stati scelti dal consiglio d’insegnanti dell’Accademia di Anversa.

Quindici sono i copricapo in mostra frutto del lavoro degli allievi delle sette scuole superiori che hanno accolto il bando.  Pur essendo un tema non facile sono riusciti a coinvolgere i ragazzi: alla selezione erano giunti cinquantuno dossier.

Stefania Severi e Paola Marabelli, storiche dell’arte specializzate nella storia del tessuto e del costume, Carolina Boschi,  modista e due artiste tessili, Nora Chalmet e Marina Costantino, hanno avuto l’ingrato compito; creatività e qualità esecutiva sono i criteri base che hanno guidato le loro scelte.

La selezione delle sei opere da premiare avverrà in occasione dell’inaugurazione, alla vista dei manufatti, il prossimo 18 giugno a Stia.

Ringraziamo i responsabili del Museo dell’Arte della Lana di Stia, la Fondazione  Luigi e Simonetta Lombard, l’Ecomuseo del Casentino  e l’Associazione Tramandiamo per l’ospitalità e per aver voluto promuovere questa terza edizione di un evento che vogliamo ripetere negli anni.

Ringraziamo inoltre la Fondazione Arte della Seta Lisio, l’Associazione Colore e Tintura Naturale Maria Elda Salice, le aziende DHG e Telai Matteo Salusso per la generosa collaborazione e la concessione dei premi.

Viene pubblicato un catalogo a colori bilingue – italiano e fiammingo – che illustra tutti i lavori selezionati per la mostra, appositamente fotografati in still life o indossati.

La mostra sarà visibile negli orari di apertura del Museo, fino al 18 settembre.

Sono previste esposizioni presso l’ecomuseo del Villaggio Leuman all’interno della manifestazione Filo lungo filo un nodo si farà, inaugurando il 24 settembre 2016 alle 11.
Il 13 ottobre 2016 si inaugura l’esposizione presso la galleria della Reale Accademia di Belle Arti di Anversa (Belgio) dove si concluderà il 27 dello stesso mese.
Una selezione di lavori sarà presentata in ottobre a Vicenza in occasione di Abilmente, salone della creatività manuale e infine la mostra sarà allestita al Museo del Tessile di Busto Arsizio, a novembre.

Foto DVKEVO – the Italian Cut 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *