Get Adobe Flash player

Trama Aurunca

Trama Aurunca emozioni e creatività di un territorio è il titolo della mostra che dal 10 al 30 aprile è possibile visitare al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari a Roma nel quartiere EUR.

L’intreccio della “stramma”, pianta selvatica tipica dei monti Aurunci è il filo conduttore di uno straordinario percorso dove ciuffi d’erba falciata e quasi ancora accarezzata dal vento e illuminata dal sole ci introduce in sale dove sono esposti preziosi monili, fantastici vestiti sono pronti a sfilare sulla passerella della moda, specchi e vasi sono catturati da quest’intreccio avvolgente.

Tutto è stato realizzato con la stramma, un’erba perenne della famiglia delle graminacee, molto resistente conosciuta sin dall’antichità. Questo territorio in provincia di Latina ha assunto il lavoro dello stramannaro come parte della propria economia, attingendo e valorizzando l’artigianato locale, custode di un arte che da sempre produce corde per imbarcazioni, cesti, borse, cappelli.

La stilista e designer romana Lisa Tibaldi Grassi, curatrice della mostra, è tornata nella sua terra d’origine e qui lavora nell’Atelier di Santi Cosma e Damiano.

In collaborazione con il Parco Naturale dei Monti Aurunci ha cercato di valorizzare in un’ottica più moderna le lavorazioni dei maestri artigiani del posto, ricavandone creazioni inedite, aperte a nuove prospettive.

Incredibile come da un filo d’erba nascano, tanta la loro preziosità, gioielli degni di essere conservati in cassaforte, e come i vestiti esposti diano un senso di vitalità, in un’esplosione del prezioso e del bello.

La Tibaldi la ritroveremo in agosto a Formia con due eventi da non perdere: una sua sfilata di moda ed una mostra sensoriale che si protrarrà sino a settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *