Get Adobe Flash player
Categorie

PITTI FILATI

Tendenze moda

Tendenze moda

Walkabout Pitti è il tema-guida proposto da Pitti Immagine per i saloni di questo anno 2015. È un invito a muoversi a piedi, soli o in compagnia, non solo per la salute o perché di moda, ma perché camminando si scoprono ritmi di vita differenti rispetto a quelli a cui siamo abituati, siamo più portati a riflettere, a scoprire e gustare paesaggi e prospettive da un punto di vista inconsueto, emozionante.

Anche l’edizione di Pitti Filati, che ha presentato a Firenze dal 28 al 30 gennaio in anteprima mondiale le collezioni filati e colori per la maglieria primavera/estate2016, risentiva dell’atmosfera gioiosa e rilassata del tema. Capi di abbigliamento leggerissimi, soffici, impalpabili, ricchi di trasparenze e di colori molto elaborati ma freschi, aerei, quasi trasparenti. Superfici lucide, illuminate da effetti metallizzati, o rugose, increspate, molto spesso anche caratterizzate da una pulizia minimale. La mano sostenuta e croccante dei crespi in altri articoli diventa gommosa, scivolosa. Numerose le viscose elasticizzate in titoli fini o finissimi, ma grande anche l’offerta di soffici filati per la lavorazione a mano con i ferri.

Importante la calda gamma degli arancione, dal quasi giallo fino al mattone, e importante anche la gamma più fredda dei verdi, dei celesti e dei pervinca in tutte le loro variazione. Sempre presente tutta la gamma dei colori naturali legati al tema dell’ecologia e della sostenibilità e tocchi di colore scuro a far risaltare gli accostamenti.

Interessanti anche gli allestimenti che esaltavano la ricerca sviluppata per le collezioni: Pecci Filati si riallacciava al tema sull’alimentazione trattato da EXPO 2015 e presentava i filati in eleganti piatti di porcellana bianca. La ditta Ecafil Best si ispirava agli anni ‘950. Alle pareti grandi dello stand fotogrammi dei film Vacanze Romane e Dolce Vita, che hanno fatto sognare il mondo intero, ricreavano “lo spirito di un’epoca fatta di passione e creatività assoluta, insieme alla curiosità per la sperimentazione sono le parole chiave degli anni 50 e di Ecafil Best  primavera/estate 2016”. Così la ditta illustrava la sua ricerca, e il collaboratore Siviero Orazio aggiungeva “sembra che tutto sia stato inventato, ma la creatività dell’uomo non ha limiti” e noi aggiungiamo che ogni edizione di Pitti Filati riafferma questo concetto.

Patrizia Casini – Graziella Guidotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice Fiscale 94097350485