Get Adobe Flash player

Fili e forme di Dea Leidi a Stia (Arezzo)

La mostra ed i telai Jacquard al Museo dell’Arte della Lana

Fino al 3 Settembre p.v. presso il Museo dell’Arte della Lana si può visitare la mostra di questa tessitrice toscana “tessitrice per passione”.
E’ ospitata al piano terra del Museo, nell’aula didattica. In tutte le sue opere si può cogliere oltre alle capacità tecniche acquisite, anche la sua scelta di rivisitare gli intrecci non avendo paura di infrangere regole o consuetudini.
Sono esposti fantasiosi abiti ma anche opere che possono essere inserite in un’abitazione sia come tappeti che arazzi. Il loro costo è oltretutto veramente contenuto mentre questa tessitrice è disponibile a lavori su commissione.

E’ l’occasione per visitare anche questo museo che offre una panoramica dell’arte tessile, partendo dai miti fino alla realtà produttiva che era presente in questa parte della Toscana e a Stia in particolare..
Il percorso museale è impreziosito dai disegni di un artista: Elia Fiumicelli dal titolo Moods.

Il più prezioso

Dal 31 Agosto al 3 Settembre 2017 Stia ospita poi la 23^ Biennale europea di arte fabbrile. Una importante manifestazione che si sviluppa sia nel Centro storico che in un’area del Museo stesso. Per l’occasione sarà visitabile anche la collezione di bici d’epoca al 3° piano del Museo.

Per questa occasione l’associazione “Tramandiamo” ha aperto a Stia in Via Adamo Ricci, di fronte al ristorante Carambar, uno spazio di vendita dei prodotti realizzati nei  laboratori del Museo anche con il famoso panno casentino.

Per ultimo non mancate di prenotare pranzo o cena al delizioso ristorante Canto alle Rane nei pressi del Campo sportivo di Stia o visitare la torre dei Guidi a Porciano o il castello di Poppi.  Buona visita.

Info: Museo della lana  3384184121 – 0575582216
Dea Leidi Fili e Forme
Biennale d’Arte Fabbrile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *