Get Adobe Flash player

Feltri d’Arte in Viaggio

Cristiana Di Nardo, Contatto, monotipo da matrice in feltro.

Cristiana Di Nardo, Contatto, monotipo su carta

Feltri d’arte in viaggio da Milano a Prato, si potrebbe dire.
La mostra personale di Cristiana di Nardo è stata inaugurata ieri, 19 gennaio presso DHG art, in via Panconi 15 a Prato. Resterà aperta fino al 23 febbraio 2013 su appuntamento, chiamando lo 0574/166.2723.

Le opere di Cristiana Di Nardo, nel loro rigore ed essenzialità, si inseriscono perfettamente nell’ampia sala dell’ex tintoria. Su una parete i lavori su carta: preziose tracce lasciate da matrici di feltro inchiostrate, punteggiate, a volte, di frammenti di lana, accenni di ricamo, piccole inclusioni materiche dai tocchi accesi. Le impronte lasciate dalle fibre, così nette anche se delicate, hanno una qualità tattile, ti danno la sensazione che la materia fibrosa sia li presente, con il suo calore.
Forse non lo dovrei dire: ma sono i lavori che maggiormente mi intrigano, li trovo inesauribili, si potrebbero contemplare per ore.
Nell’allestimento sono appesi a gruppi di dieci per parete ed il contrappunto che si è venuto a formare fra le loro diverse forme è un’ulteriore  motivo di curiosità e d’incanto.

Al centro della stanza due grandi arazzi, accomunati dall’uso prevalente di lana nei toni greggi – bianco e bruno in varie tonalità – appena riscaldato da accenni di rosso in Suggestioni in rosso e giallo e raffreddato nell’altro con presenze emergenti  di verde. Ai lati le opere tridimensionali di Cristiana, le Forme non geneticamente modificate, come le chiama lei, un’altra tappa fondamentale della sua ricerca.

L’inaugurazione è stata preceduta da una presentazione del viaggio antropologico condotto dall’artista sui monti Altai, regione centroasiatica nella quale sono state rinvenute le opere più antiche in feltro giunte fino a noi e luogo nel quale la pastorizia e la cultura sciamanica tradizionale sono ancora praticate e vive. All’ingresso della mostra  è adagiato quell’ Energy Shelter creato dall’artista per la performance e per la mostra Il Feltro dello Sciamano, un condensato degli interessi e degli studi dell’autrice. Gabriella Anedi, curatrice della Galleria Fiberart and… di Milano, prima sede espositiva di questa personale, presente all’inaugurazione pratese, ha giocosamente invitato alcuni bambini ad indossare il grande sacco protettivo e a vivere l’esperienza d’esser avvolti da un materiale antico e sacro.

Il 23 febbraio la mostra chiuderà, alla presenza dell’artista che, nell’arco della giornata, oltre a mostrare i lavori e comunicare la sua poetica, presenterà le sue tecniche di lavorazione in un laboratorio pratico, a partecipazione gratuita, ma a numero chiuso, per prender parte al quale occorre prenotare allo 0574/166.2723.

foto Kevo.biz

Una risposta a Feltri d’Arte in Viaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *