Get Adobe Flash player

Mostre

Occupy Lottozero

Entrando trovo un lavoro appeso sulla mia destra: un doppio guscio in forma antromorfa. Al lato è istallato un ampio arazzo in patchwork colorato, mi ricorda il foulard che Emilio Pucci dedicò al Battistero di Firenze: architetture simili, questo però è il profilo di Prato, è il capolavoro del Sangallo, Santa Maria delle Carceri!

Supero un tappeto di piastrelle bianche dipinte  ed attraverso un portale tessile: mi trovo nell’ampia sala, nella fucina in cui si è svolta Occupy Lottozero. Alle pareti e sui tavoli schizzi, esercitazioni, foto, appunti… artefici di tutto questo sono due ragazzi molto giovani, appena diplomati, che si sono conosciuti a scuola e che si amano di quell’amore totale e fusionale che solo i giovanissimi sanno vivere: una fusione di intenti, sentimenti, corpi nel quale si è certi che la volontà dell’uno possa muovere la mano dell’altro. Continua a leggere

Naturalis Tinctura a Como

Nelle sale del Museo didattico della seta di Como, dedicate alle mostre temporanee, fino al 28 Febbraio 2018, è possibile osservare il lavoro di ricerca pluriennale svolto da Stefano Panconesi e Sissi Castellano per la riscoperta dell’uso della tintura con prodotti naturali.
All’interno del Museo, nella mostra permanente,  vi era già una sala con macchinari un tempo usati a tale scopo, ma questo nuovo allestimento accosta in modo elegante campioni di filati naturali e Continua a leggere

Inquietudini ed esplorazioni: Miniartextil 2017

Florence Wang – The borderline of insanity

Fino al 26 Novembre, la suggestiva ex chiesa di San Francesco, in Largo Spallino 1 a Como, ospita la XXVII edizione di Miniartextil, tema, quest’anno Borderline, linea di confine.
Un tema aperto, interpretabile secondo più declinazioni, come ogni buon tema, del resto, deve permettere.

Ovvia, forse, un’interpretazione basata sull’attualità: le migrazioni sono il tema di questi mesi, Como è poco distante dal confine svizzero.

Meno immediato è notare, come fa Femke Speelberg, associate curator del MET di New York, in uno dei testi introduttivi al catalogo, come “Attraverso il processo di inclusione ed esclusione, i confini rafforzano il contrasto fra il conosciuto e l’ignoto, l’indigeno e l’esotico, il centro e la periferia, il bene e il male. Sperimentare questi contrasti, stimola la curiosità e la meraviglia, ovvero la condizione ideale nella quale nascono la scienza e l’arte nelle loro forme più libere.” Continua a leggere

L’equilibrio asincrono

Jagoda Buic: L’equilibrio Asincrono, effetto d’insieme

E’ questo il titolo della mostra sugli arazzi di Jagoda Buic’ tenutasi al Maxxi a Roma  dal 19 settembre fino al primo ottobre 2017.

Girando per l’Italia per mostre, concorsi e corsi ho rischiato di perderla, Continua a leggere

Intermezzo: una mostra frizzante inaugura un nuovo spazio a Milano

Intermezzo, mostra concorso di paper & tessile art, è aperta ancora per qualche giorno ( fino al 14 ottobre per l’esattezza) nel nuovo spazio di LeLaBò, un gruppo di creative milanesi legate all’Accademia di Brera.

Si trasferirà poi nella sede del vicino Spazio Teatro89

La mostra, organizzata a partire da un bando promosso nei mesi estivi, presenta lavori di formato 20×20 a tema “messa in scena dal bianco al nero”. Circa una trentina i lavori selezionati – Continua a leggere

Borderline – Miniartextil Como

Emmanuelle Moureaux – The forest of numbers

Il 7 Ottobre alle 19 inaugura, nella magnifica sede dell’Ex chiesa di San Francesco,  Borderline, la XXVII edizione di Miniartextil.

54 i minitessili selezionati da Luciano Caramel, Andrea Taborelli e Maria Ortega, sono allestiti assieme a installazioni di grandi dimensioni, realizzate su invito.

Nome di richiamo per questa edizione è l’artista di origine francese Continua a leggere

Intrecci del Novecento alla Triennale di Milano

Copertina del catalogo

Dal 12 Settembre 2017 fino all’8 Ottobre presso La Triennale di Milano, Via Alemagna (Fermata Metro Cadorna) è visitabile con ingresso gratuito, negli orari di apertura questa grande rassegna di opere tessili organizzata dal gallerista Moshe Tabibnia. La qualità ed il numero delle opere necessita di un tempo adeguato per la visita che permette di “toccare con mano” alcune delle opere tessili più significative realizzate nello scorso secolo in Italia. Nel voluminoso catalogo, acquistabile nel book shop al piano terra, oltre ad una panoramica delle opere in mostra e di altre citate, sono presenti numerosi contributi che consentono di approfondire e riflettere sull’evoluzione dell’arte tessile italiana nel secolo scorso.
Link alla mostra

Inaugurata la 14a edizione di Trame a Corte

Cristina Mariani – Anemocoria

Dal 9 al 20 settembre le splendide sale della Rocca di Sala Baganza ospitano Trame a Corte, mostra concorso di Arazzo e Fiber Art dedicata, quest’anno, al tema del turismo sostenibile e l’integrità ambientale.
Trenta lavori realizzati in diverse tecniche tessili: feltro, stampa, quilting, tessitura, ricamo… e, nelle adiacenti belle sale affrescate, la collezione di lavori donati all’associazione Arcadia dai partecipanti alle edizioni passate.

Belli i lavori, diversi per tecnica e per ispirazione, festosa l’inaugurazione che ha visto molti degli artisti presenti in mostra. Quattordici edizioni sono molte e l’affezione a questo evento è testimoniato dal senso di comunità che Antonia Sorsoli – la gioiosa e vivace organizzatrice dell’evento – ha saputo creare attorno ad esso. Molti dei presenti avevano partecipato a più edizioni ed hanno Continua a leggere

Legati da una cintola nella città tessile di Prato

Bernardo Daddi Storie della sacra Cintola Prato Museo di Palazzo Pretorio

Il titolo della mostra “Legati da una cintola- l’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città”, Prato Museo di Palazzo Pretorio 8 settembre 2017 – 16 gennaio 2018, prende spunto da una preziosa cintura, che per i pratesi è nello stesso tempo riferimento religioso e civile: la Sacra Cintola.
La tradizione dice  Continua a leggere

Fili e forme di Dea Leidi a Stia (Arezzo)

La mostra ed i telai Jacquard al Museo dell’Arte della Lana

Fino al 3 Settembre p.v. presso il Museo dell’Arte della Lana si può visitare la mostra di questa tessitrice toscana “tessitrice per passione”.
E’ ospitata al piano terra del Museo, nell’aula didattica. In tutte le sue opere si può cogliere oltre alle capacità tecniche acquisite, anche la sua scelta di rivisitare gli intrecci non avendo paura di infrangere regole o consuetudini.
Sono esposti fantasiosi abiti ma anche opere che possono essere inserite in un’abitazione sia come tappeti che arazzi. Il loro costo è oltretutto veramente contenuto Continua a leggere