Get Adobe Flash player

Legati da una cintola nella città tessile di Prato

Bernardo Daddi Storie della sacra Cintola Prato Museo di Palazzo Pretorio

Il titolo della mostra “Legati da una cintola- l’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città”, Prato Museo di Palazzo Pretorio 8 settembre 2017 – 16 gennaio 2018, prende spunto da una preziosa cintura, che per i pratesi è nello stesso tempo riferimento religioso e civile: la Sacra Cintola.
La tradizione dice  Continua a leggere

Fili e forme di Dea Leidi a Stia (Arezzo)

La mostra ed i telai Jacquard al Museo dell’Arte della Lana

Fino al 3 Settembre p.v. presso il Museo dell’Arte della Lana si può visitare la mostra di questa tessitrice toscana “tessitrice per passione”.
E’ ospitata al piano terra del Museo, nell’aula didattica. In tutte le sue opere si può cogliere oltre alle capacità tecniche acquisite, anche la sua scelta di rivisitare gli intrecci non avendo paura di infrangere regole o consuetudini.
Sono esposti fantasiosi abiti ma anche opere che possono essere inserite in un’abitazione sia come tappeti che arazzi. Il loro costo è oltretutto veramente contenuto Continua a leggere

Serenissime trame

E’ stata prorogata fino al 10 Settembre 2017 la mostra di tappeti quattro cinquecenteschi della collezione Zaleski, una delle più prestigiose al mondo. 

Ospitata al secondo piano della Galleria Giorgio Franchetti a Cà d’oro offre in particolare un confronto tra Continua a leggere

Feltro e Tessitura, in mostra a Cavareno

Svetlana Ospischeva, Un sogno lungo cento anni. Lana, cotone, infeltrimento manuale

Dal 2 al 6 agosto la sala comunale di Cavareno, in Val di Non, ha ospitato Abbraccio di Bosco, una bella mostra concorso di lavori in feltro e tessitura. L’ambiente naturale che circonda il paese alterna di prati per il pascolo e boschi di conifere: un vero abbraccio! 

Una tavola rotonda Continua a leggere

Opere tessili alla 57^ Esposizione Internazionale d’Arte a Venezia

Baratta, Presidente della Biennale di Venezia, così la introduce:

“Siamo soliti definire La Biennale come luogo di ricerca. Siamo soliti ripetere che qualunque sia il tema o l’impostazione della Mostra, La Biennale si deve qualificare come luogo che ha come metodo, e quasi come ragion d’essere, il libero dialogo tra gli artisti e tra questi e il pubblico…

Con la 57^ Esposizione Internazionale d’Arte si introduce un ulteriore sviluppo,

è come se quello che deve essere sempre il metodo principale del nostro lavoro, l’incontro e il dialogo, diventasse il tema stesso della Mostra. Perché questa Biennale Arte è proprio dedicata a celebrare Continua a leggere

Farkhondeh Shahroudi – Spatial Poetry

Farkhondeh Shahroudi
Villa Romana fellow 2017
25 Maggio – 18 Giugno 2017
Lottozero textile laboratories, via Arno, 10 – Prato

Lottozero, il centro per la ricerca Continua a leggere

Il Granduca e il Casentino

Pietro Leopoldo d’Asburgo

Sabato 27 Maggio alle ore 15.30 si svolgerà al Museo dell’Arte della Lana “Il Granduca e il Casentino”, convegno dedicato alla figura di Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena, sovrano illuminato del Settecento le cui riforme fecero della Toscana uno Stato moderno.

Per rievocare l’atmosfera dei salotti dell’epoca, personaggi in costumi settecenteschi intratterranno il pubblico con dimostrazioni scientifiche su macchine elettrostatiche e copie di strumenti meccanici didattici, come avveniva nelle “serate elettriche”,
Continua a leggere

Trama Aurunca

Trama Aurunca emozioni e creatività di un territorio è il titolo della mostra che dal 10 al 30 aprile è possibile visitare al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari a Roma nel quartiere EUR.

L’intreccio della “stramma”, pianta selvatica tipica dei monti Aurunci è il filo conduttore di uno straordinario percorso dove ciuffi d’erba falciata e quasi ancora accarezzata dal vento e illuminata dal sole ci introduce in sale dove sono esposti preziosi monili, fantastici vestiti sono pronti a sfilare sulla passerella della moda, specchi e vasi sono catturati da quest’intreccio avvolgente.

Tutto è stato realizzato con la stramma, un’erba perenne della famiglia delle graminacee, molto resistente conosciuta sin dall’antichità. Questo territorio in provincia di Latina ha assunto il lavoro dello stramannaro come parte della propria economia, attingendo e Continua a leggere

Obstacles & Solutions al Fuori salone del Mobile Milano 2017

Obstacles&Solutions: panoramica

E’ stata un pò una caccia al tesoro, sono partito alla ricerca di un lavoro tessile CITYsofa frutto della collaborazione di Elisabetta Cocciani (designer) e Laura Rovida (textile designer/artisan) presentato nel Fuori salone del Mobile all’interno di Obstacles & Solutions una rassegna di lavori frutto della collaborazione di artigiani e designers.
I lavori erano esposti al 1° piano del ristorante Frida nell’Isola District Design, poco lontano dalla nuova piazza Gae Aulenti, zona Garibaldi.
Quì ho incontrato un architetto designer: Sara Fortino, figlia di un ex tessitore di Prato, che mi ha raccontato dell’incontro tra designer e artigiani, il mettere insieme competenze ed esperienze diverse ma, credo soprattutto la voglia di creare prodotti nuovi che uniscano la grande ricchezza dell’artigianato italiano con le esigenze del mercato di qualità, con l’ambizione di realizzare prodotti belli e funzionali abbattendo i costi nel rapporto preferenziale con singoli artigiani piuttosto che con le grandi industrie. Continua a leggere

Tessuti e motivi decorativi nella prima metà del XV° secolo

Cennino Cennini, Natività della Vergine, fine XIV inizi XV secolo, collocazione Museo Diocesano

Il 18 marzo 2017, dopo quasi venti anni di attenti consolidamenti e ristrutturazioni dell’antico Conservatorio di San Pietro, di approfondite ricerche e meticolosi studi e restauri delle opere d’arte è stato riaperto a Colle di Val d’Elsa, il Museo di San Pietro giustamente appellato Nuovo Museo di San Pietro perché presenta un allestimento completamente rinnovato che tiene conto dei più moderni criteri espositivi.

L’accesso è situato in Via Gracco Del Secco nel cuore della parte alta della cittadina, che per l’armonia urbanistica e dei palazzi è di per sé un affascinante museo. Quindi l’atmosfera d’incanto percepita all’aria aperta continua, varcato il portone, nelle  sale del museo che con la loro luminosa atmosfera e uno stimolante percorso cronologico fanno dimenticare di essere al chiuso. Continua a leggere